Frasissime » Indovinelli » Indovinelli in Rima (su oggetti, sugli animali): i 50 più belli per bambini

Indovinelli in Rima (su oggetti, sugli animali): i 50 più belli per bambini

indovinelli in rima

Con questa raccolta scopriamo insieme gli indovinelli in rima più belli, simpatici e stimolanti. Indovinelli per bambini sugli animali, i cibi, il Carnevale, gli accessori e tanto altro… Un passatempo divertente ed educativo, per intrattenere i bambini a scuola o in famiglia.

Per i bambini gli indovinelli possono essere un modo curioso e divertente per imparare a conoscere il mondo. Un modo per mettersi alla prova, per affinare l’intuito e la rapidità nella risposta. Ecco 50 indovinelli in rima.

Indovinelli in Rima

Sto sui fiori o in mezzo al prato, con un vestito rosso di nero puntinato, son rotonda e tanto bella e mi chiaman…

Coccinella.

Indovina indovinello: io guido un bel battello, quando voglio cambio direzione, io sono il…

Timone.

Sono gommosa e assai carina. Dolce e zuccherina… Quando mi mangi è sempre festa, perché sono….

La caramella.

Sulla torre di Trallerallera, c’è una vecchia nera nera, sempre le tentenna un dente, per chiamar tutta la gente. No, non è una cosa strana, è soltanto una…

Campana.

Non lo fanno mai per caso, ti si siedono sul naso. Cosa sono?

Gli occhiali.

Per la casa e la campagna ti sta accanto e ti accompagna. Se la pesti non si lagna; passa l’acqua e non si bagna. Cosa è?

L’ombra.

Indovinate intelligenti! Chi è che su tutti i lati mostra i denti?

Il francobollo.

Indovina indovinello: mi trovo vicino ad un coltello. Quando hai fame mi afferri in tutta fretta, io sono una…

Forchetta.

Son piccina, rotondetta, son dolcina, son moretta, son di razza montanina, dell’autunno sono regina, son dei bimbi la cuccagna,e mi chiamano…

Castagna.

Mi muovo quatto quatto, poi faccio un balzo di soppiatto. Sono un…

Gatto.

Indovina indovinello: ho le ali e non sono uccello e nemmeno un aeroplano, mi rincorrono i bambini per i prati e nei giardini, le mie ali sembran fiori dai più vividi colori. Chi sono?

La farfalla.

Vivaci occhietti, radi baffetti, musino acuto, capo orecchiuto, denti voraci, piedi fugaci, coda sottile, forma gentile, dirlo mi è d’uopo, io sono..

Un topo.

Non sto in piedi e neanche dritto, se mi rompi sono fritto. Cosa sono?

Un uovo.

Vado sempre senza fretta, chiusa nella mia casetta. Anche se lascio la scia sono la più lenta che ci sia. Chi sono?

La lumaca.

Sono spinoso ma tanto carino, dolce e birichino. Mi muovo di notte a passo svelto,  trotterello sempre contento. Se mi vedi scappo via, il letargo mi porta via. Ho il pancino tondo e molliccio, perché sono…

Il riccio.

Vivo nella foresta e nel circo, ho due orecchie grandi e un naso lungo, sono molto pesante e sono un…

Elefante.

Trottolin che trottolava, senza gambe camminava, senza fondo si sedeva, tu sai dir come faceva?

È la palla.

Tutti spesso la chiamano, ma non so come sia… quando arriva scappan via. Cos’è?

La pioggia.

Piove e non si bagna, tira vento e non si lagna, la sua vita è nella quiete, finché non inciampa in una rete. Chi è?

Il pesce.

Di miele sono ghiotto, posso papparmi un vasetto in un secondo. Mi alzo su due zampe per curiosare, sono sempre alla ricerca di cose da mangiare. Nella tua cameretta sono un peluche coccoloso, quello che abbracci senza rimorso. Sono…

Un orso.

Rosa rosetta nell’umida gabbietta saltella qua e là, il suo nome chi lo sa?

La lingua.

Nella fossa delle acque bollenti, entran bastoni ed escon serpenti. Cosa sono?

Gli spaghetti.

Bella, fresca e chiara chiara, sempre corre e lava lava. Che cos’è? Pensaci su. Io lo so, ma dillo tu…

L’acqua.

Tutti i chiodi di me hanno paura anche se sono molto bello, mi presento: sono il…

Martello.

Non è un re ma ha una corona, non è un orologio ma le suona… chi è?

Il gallo.

Tra gli scogli son marine, in cima ai monti sono alpine. Ce n’è una che è polare ma la vedi anche dal mare. Con le nubi ce ne andiamo, indovina un po’, chi siamo?

Le stelle.

Indovina bambinello: io ti faccio brutto o bello, sorridente oppur piangente, come sei o come vuoi. lndovinami, se puoi…

Lo specchio.

Siamo piccoli e verdini, siamo tondi e fratellini, stiamo dentro ai baccelli e ci chiamano…

Piselli.

Non son mela, non son pera, ho la forma di una sfera. Il mio succo è nutriente, è una bibita eccellente, non procuro il mal di pancia, ho la buccia e sono…

Un’ arancia.

Faccio tele e non mi lagno, mi presento sono un…

Ragno.

Molto strano è questo fatto: grande appena come un piatto, col suo viso tondo tondo, illumina il mondo. Chi è?

Il sole.

Sono un insetto e ho le ali di tanti colori, volo sui fiori per succhiare il nettare, faccio rima con palla e sono una…

Farfalla.

Sa tante cose ma non sa parlare, ha tante ali ma non può volare. Cos’è?

Il libro.

Cammino, cammino in ogni momento e il tempo che passa a tutti rammento. Se stanco alla fine un poco resto… un giro di chiave e torno fresco. Chi sono?

L’orologio

Mi trovo alla stazione per portare le persone. Con me puoi viaggiare in un baleno, perché sono un…

Treno.

Amo Napoli e il Vesuvio, so ballar la tarantella e mi chiaman…

Pulcinella.

Siamo brave e piccoline, formiamo file senza fine; gironzoliamo d’estate intorno, lavorando tutto il giorno per riempire i magazzini di preziosi granellini. Chi siamo?

Le formiche.

In tutto onor vi dico: io sono vostro amico. Sono un vecchio brontolone e mi chiamo…

Pantalone.

Sta dentro una casetta con il soffitto tondo poi se ne fugge in fretta girando per il mondo. Cos’è?

Il pensiero.

Attorno all’albero continua a girare, ma dentro non riesce ad entrare. Cos’è?

La corteccia.

Dalla chioma profumata son da tutti onorata, ma stai attento alle mie spine pungono servi e regine, sono un dono anche per la sposa e mi chiamano la…

Rosa.

Una torre dritta e storta, senza chiave e senza porta e se viene il vento e scuote cento stanze tutte vuote. Cos’è?

La canna.

Son servetta veneziana, son graziosa e assai carina e mi chiaman…

Colombina.

Con gli occhi aperti non lo puoi trovare, se li chiudi può arrivare: cos’è?

Il sonno.

Lo difendono gli arcieri dai malvagi cavalieri. Sabbia o carte puoi usare se poi ci vorrai giocare. Ne hanno uno tutti i re, indovina che cos’è?

Il castello.

Son simpatico e un po’ tondo, faccio il giro del mondo e poi torno. Sulla slitta con le renne, tutte belle e assai svelte. Sono allegro e gioviale, mi chiamano…

Babbo Natale.

Indovina indovinello, chi fa l’uovo nel cestello?

La gallina.

Son rotonda e paffutella, sono rossa e sempre bella, sono molle e son succosa, tengo dentro dura cosa. Chi sono?

La ciliegia.

Tutto a toppe è il mio vestito, faccio ai bimbi un bell’inchino  e mi chiamano…

Arlecchino.

Sono tanti fratellini, tutti bianchi e piccolini, stanno sempre a chiacchierare o a ridere e mangiare. Chi sono?

I denti.

Ho un muso dolce e appiccicoso, quando ti vedo sono sempre contento. Ti faccio le feste e riporto il legnetto. Sono l’amico ideale e per questo mi chiamano….

Cane.

Torna su