Frasissime » Indovinelli » Indovinelli Impossibili (con soluzione): 6 enigmi complicati per valutare il QI

Indovinelli Impossibili (con soluzione): 6 enigmi complicati per valutare il QI

indovinelli impossibili

Di seguito riportiamo una serie di indovinelli impossibili e difficilissimi, con cui potrete mettervi alla prova e divertirvi insieme ad amici e parenti. Indovinelli che chiamano a rapporto le vostre capacità logiche, in merito ai calcoli, agli schemi e alla rielaborazione delle informazioni. Indovinelli tosti ed impossibili con tanto di procedimento e soluzioni. Andremo a sottoporvi alcuni test particolarmente tosti e famosi (utilizzati nel corso di colloqui di lavoro, test universitari e per valutare il QI). Il Cognitive Reflection Test (CRT), L’Indovinello di George Boolos e L’Indovinello di Einstein, con tanto di risposte e procedimento.

Iniziamo con il test di Shane Frederick, conosciuto come Cognitive Reflection Test (CRT). Lo psicologo statunitense ha creato questo test composto da tre domande atte a valutare l’intelligenza di una persona. È uno dei test più famosi al mondo, che nel dettaglio va ad evidenziare la tendenza di una persona a riflettere su vari possibili scenari. Il test risale al 2005, e secondo i risultati ottenuti in seguito alla sua diffusione, solo il 17% degli studenti dei migliori atenei del mondo (come Yale o Harvard) è stato in grado di trovare la corretta soluzione a tutte e tre i quesiti. Oggi è considerato come il test sul QI più breve al mondo.

Indovinelli Impossibili

Cognitive Reflection Test

Primo quesito

Una mazza e una palla da baseball costano in tutto 1 dollaro e 10 centesimi. La mazza costa un dollaro più della palla. Quanto costa la palla?

Risposta e procedimento

La palla costa 5 centesimi. Il costo della palla si calcola togliendo dalla somma totale la differenza di prezzo e dividendo il risultato per due, quindi: (1,10 – 1) / 2. Il costo della mazza è invece di 1 dollaro e 5 centesimi.

Secondo Quesito

Se 5 macchine ci mettono 5 minuti a fabbricare 5 oggetti, quanto tempo ci mettono 100 macchine a fabbricarne 100?

Risposta e procedimento

Il tempo impiegato corrisponde a 5 minuti. Se 5 macchine fanno 5 oggetti in 5 minuti, vuol dire che ciascuna macchina impiega 5 minuti per farne uno. se ad esempio ci fossero 10 macchine, in 5 minuti fabbricherebbero 10 oggetti.

Terzo quesito

In un lago c’è un insieme di ninfee che ogni giorno raddoppia la sua dimensione. Se ci vogliono 48 giorni perché le ninfee arrivino a occupare tutto il lago, quanti giorni servono per coprire metà lago?

Risposta e procedimento

La soluzione è 47 giorni. Visto che le ninfee impiegano un giorno per raddoppiare di dimensione, vuol dire che il penultimo giorno il lago sarà ricoperto per metà.

Indovinello di George Boolos

Il secondo indovinello difficilissimo ed impossibile che proponiamo, è L’indovinello di George Boolos, definito dallo stesso filosofo e matematico americano come “l’indovinello più difficile al mondo”. Si tratta di un complesso problema di logica, un “logic puzzle” che può essere risolto solamente da chi è in grado di ragionare davvero fuori dagli schemi. Ecco L’indovinello di George Boolos:

Tre oracoli divini A, B, e C si chiamano (in un ordine non precisato) Verace, Mendace e Imprevedibile. Verace dice sempre la verità, Mendace dice sempre il falso, mentre Imprevedibile è sincero o meno in modo completamente casuale.

L’obiettivo del gioco è determinare le identità di A, B, e C ponendo loro tre domande a cui è possibile rispondere con un “sì” o con un “no”.

Ogni domanda deve essere posta ad uno solo degli oracoli, che, pur comprendendo l’italiano, risponderà sempre nella propria lingua con le parole “da” o “ja”. Di questi due termini non sappiamo quale corrisponde a “sì” e quale a “no”.

Precisazioni

Può essere che a qualche oracolo venga posta più di una domanda (o anche che non ne vengano poste affatto).

Sia il contenuto che il destinatario della seconda domanda possono dipendere dalla risposta ricevuta alla prima (e sarà lo stesso per il terzo quesito).

L’oracolo Imprevedibile si comporta come se, prima di ogni risposta, lanciasse una moneta per decidere come comportarsi: se esce testa sarà sincero, se esce croce dirà il falso.

Imprevedibile risponderà “da” o “ja” quando gli si porranno domande del tipo si/no.

Soluzione e procedimento

La prima domanda, da porre ad esempio all’oracolo A è:

“Da” significa “sì”, se e solo se tu sei Verace, se e solo se l’oracolo B è Imprevedibile?”

Se la risposta è “da”, sappiamo che l’oracolo C non è Imprevedibile, mentre se la risposta è “ja”, sappiamo che l’oracolo B non è Imprevedibile. Infatti, se A è Verace o Mendace, la risposta è significativa e permette di fare la scelta giusta e, se A è Imprevedibile, certamente né B né C possono essere Imprevedibile!

La seconda e terza domanda, da porre a un secondo oracolo che non sia Imprevedibile (come individuato precedentemente), saranno:

“Da” significa “sì”, se e solo se Roma si trova in Italia?”

La risposta “da” significa che l’oracolo interpellato è Verace, la risposta “ja” significa che l’oracolo è Mendace.

“Da” significa “sì”, se e solo se l’oracolo A è Imprevedibile?”

La risposta “da” significa che l’oracolo A è Imprevedibile, la risposta “ja” significa che non lo è.

Dalle risposte a queste domande si deduce se l’oracolo che si sta interpellando è Verace o Mendace e se A è o no Imprevedibile. Per esclusione determiniamo quindi anche il terzo oracolo, quello non interpellato.

Indovinello di Einstein

Gli indovinelli sono da sempre un modo per mettersi alla prova da soli o in compagnia. E lo sapeva bene anche Albert Einstein, che infatti ha inventato il suo famoso indovinello quando era ancora un ragazzo. Conosciuto come “L’indovinello di Einstein” o “Il puzzle di Einstein”, questo celebre rompicapo è utilizzato ancora oggi da alcune aziende nel corso di colloqui di lavoro, per testare le capacità di intuizione, elaborazione delle informazioni e ragionamento logico dei candidati. Secondo lo stesso Albert Einstein, infatti solo il 2% della popolazione mondiale sarebbe stato in grado di individuare la soluzione corretta.

Ora vi lasciamo al nostro ultimo indovinello impossibile e difficilissimo (disponibile in due versioni simili), con tanto di risposta e processo risolutivo. Ecco L’Indovinello di Einstein:

In una strada ci sono 5 case dipinte di 5 colori diversi. In ogni casa vive una persona di differente nazionalità e ciascuno dei padroni di casa beve una bevanda diversa, fuma una marca di sigarette diversa, tiene un animaletto diverso.

Domanda

Chi beve acqua? Chi possiede la zebra?

Dati

Ci sono cinque case.

L’inglese vive nella casa rossa.

Lo spagnolo è proprietario del cane.

Il caffè è bevuto nella casa verde.

Il tè è bevuto dall’ucraino.

La casa verde è immediatamente a sinistra della casa avorio.

Il fumatore Old Gold possiede lumache.

Le Kool sono fumate nella casa gialla.

Il latte è bevuto nella casa in mezzo.

Il norvegese vive nella prima casa (a sinistra).

L’uomo che fuma Chesterfield vive nella casa accanto all’uomo con la volpe.

Le Kool sono fumate nella casa vicino a quella dove si tiene il cavallo.

Chi fuma le Lucky Strike beve succo d’arancia.

Il giapponese fuma Parliament.

Il norvegese vive vicino alla casa blu.

Risposta e procedimento

Il modo per scoprire la soluzione è costruire una tabella, elencando le case numerate da 1 a 5 a cui corrispondono i diversi animali, i colori, le bevande, le sigarette e la nazionalità. Le case risulteranno disposte con il seguente ordine (da sinistra a destra): 1, casa gialla; 2, casa blu; 3, casa rossa; 4, casa verde;, 5, casa avorio. L’acqua la beve il norvegese, mentre il giapponese possiede la zebra.

Versione Alternativa dell’Indovinello di Einstein

In una strada ci sono 5 case, di 5 colori diversi, appartenenti a 5 persone di nazionalità diverse, che hanno 5 diversi animali, bevono 5 diverse bibite e fumano 5 diverse marche di sigarette.

Domanda

Chi possiede il pesce?

Dati

L’inglese vive in una casa rossa.

Lo svedese ha un cane.

Il danese beve tè.

La casa verde è a sinistra della casa bianca.

Il padrone della casa verde beve caffè.

La persona che fuma le sigarette Pall Mall, ha degli uccellini.

Il proprietario della casa gialla fuma le sigarette Dunhill’s.

L’uomo che vive nella casa centrale beve latte.

Il norvegese vive nella prima casa.

L’uomo che fuma le sigarette Blends, vive vicino a quello che ha i gatti.

L’uomo che ha i cavalli, vive vicino all’uomo che fuma le Dunhill’s.

L’uomo che fuma le sigarette Blue Master, beve birra.

Il tedesco fuma le sigarette Prince.

Il norvegese vive vicino alla casa blu.

L’uomo che fuma le Blends, ha un vicino che beve acqua.

Risposta e procedimento 

La soluzione è che il pesciolino appartiene al tedesco.

Infatti:

il norvegese beve acqua, ha una casa gialla, fuma Dunhill’s e ha i gatti;

il danese beve tè, ha una casa blu, fuma Blends e ha i cavalli;

l’ inglese beve latte, ha una casa rossa, fuma Pall Mall e ha gli uccellini;

il tedesco beve caffé, ha una casa verde, fuma Prince e ha il pesciolino;

lo svedese beve birra, ha una casa bianca, fuma Blue Master e ha il cane.

Come ci si arriva? Preparando una tabella 5 x 5 anche in questo caso: nella prima riga mettiamo il colore, nella seconda la nazionalità, nella terza la bevanda, nella quarta la marca di sigarette e nella quinta l’animale.